Babbo Natale è morto – Capitolo X


 

Tre amici, due sedie, un po’ d’aria pulita

Lunedì 10 Dicembre 2012

Io lo so, ne sono sicuro: so che negli ultimi giorni vi sono sembrato un po’ distratto, vi sarà sembrato che sia stato così pigro da lasciar andare le voci di tutte queste belle personcine per la strada loro, senza metterci troppo bocca, e senza interesse per quel che davvero succedeva. E so che siete affamati: voi siete affamati di giudizi, di considerazioni, di approfondimenti dalla voce onniscente del cantastorie.

Mi spiace deludervi.

Il punto è che esistono idee, considerazioni, giudizi inadatti alle vostre orecchie inesperte: io solo, fino ad ora, so davvero con chi abbiamo a che fare, io e le persone implicate nella faccenda, perché possiate conoscere tali persone con i soli “giusti” pregiudizi della vostra mente, ho evitato e continuerò ad evitare, fin quando necessario, di farmi sfuggire ciò che non vorrebbero vi rivelassi.

Ma poi è più bello così, no? Anzi, potrei pure sfidarvi: chi di voi è così bravo da indovinare la realtà che si nasconde dietro il poco che sapete? Chi di voi è in grado di decifrare le farneticazioni di questo buffone? Chi di voi sa dirmi di che colore sono le pantofole di Tommaso, sempre che ne abbia un paio?

 

Ora, mentre ancora vi scervellate per capire, prima di tirare ad indovinare, se la mia ultima domanda avesse davvero una relazione con ciò che vi piacerebbe sapere, possiamo riprendere la nostra storia: non vi ho forse già annoiato abbastanza?

 

 

 

SE VOLETE LEGGERE IL RESTO DEL CAPITOLO E RICEVERE I FILE DEI CAPITOLI SUCCESSIVI (QUANDO SARANNO DISPONIBILI) CHIEDETE QUI SOTTO O VIA MAIL (O COME VOLETE, UN PO’ DI FANTASIA È COMUNQUE GRADITA).

Annunci

Informazioni su ishramit

Un essere umano, che in quanto tale vive, osserva, studia e crea; un bambino non troppo cresciuto e che di crescere non ha alcuna voglia, e che assolutamente non ha alcuna paura di mostrarsi bambino; un Cristiano, che crede nel Dio che vive nelle persone del Padre, dello Spirito e del Figlio, in Gesù Cristo, Verbo divino che ogni giorno si fa carne per portare il peso che quei bambini irresponsabili che ogni giorno lo crocifiggono non sono in grado di sostenere . Ci sarebbe poco altro da dire, ma nessuno lo dirà.

Pubblicato il 6 dicembre 2012, in Babbo Natale è morto con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. Le pantofole di Tommaso? Ovviamente di un bel color VERDE SPERANZA, fiducia… un bambino che non può smettere di credere. Voglio il continuo capo, come la mettiamo? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: