Virtù teologali


Non sono un esperto, e probabilmente ci ho capito poco. Le virtù teologali, sarebbero donate tramite il battesimo, per quel che ricordo, eppure non è che dopo il battesimo siamo, in tutti i momenti dell’anno, pieni di fede, di speranza, di carità.

Lo so, con il battesimo la veste si sbianca, e ci si rende capaci di ricevere tali virtù, che poi sarebbe la stessa cosa, se non erro, dello stato di grazia, poi per varie vicissitudini la veste continua a macchiarsi di nuovo, perché c’abbiamo la testa dura (e il cuore soprattutto) e ce facciamo prende in giro, e allora non siamo più in grado di renderci conto che questi doni sono lì davanti, e che basta allungare la mano e prenderli. Una sorta di miopia, insomma, le metafore se sprecano.

Ma oggi riflettevo, ste tre virtù non sono uguali, c’è un evidente ordine gerarchico e, in effetti, se arrivare a prendere un pizzico di una non è così raro, averle tutte e tre insieme è qualcosa di straordinario, nonostante rimanga vero il fatto che, una volta iniziato, la parte più difficile è fatta.

Ma tutto questo discorso l’ho fatto solo perché m’era venuta in mente na roba, stamattina, sulla base dell’esperienza personale.

Infatti penso che il rapporto tra queste tre virtù, o meglio sull’accessibilità delle stesse, sia più o meno questo:

Se la Fede è una cascata, alla quale si attinge facilmente e pure bagnandosi tutti, la Speranza è un torrente, e bisogna chinarsi per riempire la borraccia. A questo punto, ovviamente la carità è il filo d’acqua che esce dalla sorgente, che ti costringe ad arrampicarti e ad essere paziente, perché prima che ti riempia la borraccia ce ne vuole…

Annunci

Informazioni su ishramit

Un essere umano, che in quanto tale vive, osserva, studia e crea; un bambino non troppo cresciuto e che di crescere non ha alcuna voglia, e che assolutamente non ha alcuna paura di mostrarsi bambino; un Cristiano, che crede nel Dio che vive nelle persone del Padre, dello Spirito e del Figlio, in Gesù Cristo, Verbo divino che ogni giorno si fa carne per portare il peso che quei bambini irresponsabili che ogni giorno lo crocifiggono non sono in grado di sostenere . Ci sarebbe poco altro da dire, ma nessuno lo dirà.

Pubblicato il 28 marzo 2013, in Bibbia, Riflessioni con tag , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: