Alternative


Giovinetto

che sei lì con la faccia intontita

e gli occhi da pesce lesso

sei lì che sbatti oziosamente le mani

e biascichi i versi

di quella musica alternativa

che ti arriva dal palco.

 

Versi che narrano

una guerra non tua

un ideale non tuo

una storia del passato.

 

Tuttavia ti emozioni

pensi di poter essere là

ti illudi

che quelli fossero

“i bei tempi”

Eppure tu non li hai vissuti

quei tempi,

vedi, è roba vecchia

quel nemico non c’è più

se non nei tuoi sogni.

 

No, non certo perché

qualcuno lo dichiara sconfitto

o morto

o scomparso.

 

Non c’è più perché ha vinto

eppure non se n’è accorto,

e non capisci, ragazzo

 

Tu che ti emozioni ascoltando

parole dell’era passata

non sei che il frutto del fallimento

di tutti coloro

che combatterono quella guerra.

 

Forse per questo ti emoziona?

Ma che è quella, rabbia?

Rabbia, la chiameresti?

Avanti, siamo seri.

 

Dillo che semplicemente non hai

un cazzo da fare.

 

Dillo che ti annoi, e che

se ascolti la canzone di questi

sconfitti,

è solo perché li hai sentiti prima

degli sconfitti contro cui

combattevano.

 

Vorresti sprecare la tua giovinezza

a combattere fantasmi

del passato

con armi ed esperienze

del passato

e soprattutto con parole

del passato?

 

Certo, tu aspiri all’eterno,

ma l’eterno non è nella bocca di

un cantante.

L’eterno è nel cuore.

 

Non essere ridicolo, su.

Lascia ai tuoi fratelli maggiori

il diritto di crogiolarsi nella malinconica

nostalgia delle battaglie della loro giovinezza.

 

Inventati una battaglia tua

così, per gioco,

almeno non ti annoierai.

 

Poi, quando sarai cresciuto,

vedremo di vincere la Guerra.

Annunci

Informazioni su ishramit

Un essere umano, che in quanto tale vive, osserva, studia e crea; un bambino non troppo cresciuto e che di crescere non ha alcuna voglia, e che assolutamente non ha alcuna paura di mostrarsi bambino; un Cristiano, che crede nel Dio che vive nelle persone del Padre, dello Spirito e del Figlio, in Gesù Cristo, Verbo divino che ogni giorno si fa carne per portare il peso che quei bambini irresponsabili che ogni giorno lo crocifiggono non sono in grado di sostenere . Ci sarebbe poco altro da dire, ma nessuno lo dirà.

Pubblicato il 25 luglio 2013, in Versi con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: